Terra Madre Day il 1 dicembre a Serrastretta tra castagne, natura e tradizione

Serrastretta, Giovedì 30 Novembre 2017 - 19:59 di Angelo Aiello

Serrastretta – Si parte il prossimo 1 dicembre da Serrastretta con il primo di una serie di appuntamenti organizzati dalla condotta slow food Soverato versante Jonico nell’ambito del “Terra Madre Day”, evento che si colloca nell’ottica della tradizionalità, della storia economica contemporanea e del passato, della biodiversità e dell’arte artigiana. L’unione di più forze: la condotta di Slow Food Versante Ionico, Coldiretti donna Impresa e Fondazione Campagna Amica, la Scuola con il Liceo Costanzo di Decollatura e l’Istituto comprensivo di Serrastretta, i produttori di castagne e pastille porta alla creazione di questo evento/impegno che mira alla riscoperta della castanicoltura in chiave multifunzionale riconoscendole il ruolo di sostenibilità economica, sociale e ambientale nelle aree rurali, che può creare nuove opportunità di sviluppo e può avere un ruolo strategico per la crescita di territori a rischio di marginalità. Questo percorso nella naturale ”aula verde” porterà alla visita e alla visione della lavorazione delle pastille nell’ antico essiccatoio in pietra (“casella“ o “pastillara” in termini dialettali, metato in Italiano). Questa costruzione e la lavorazione che la vede protagonista appartengono a un mondo contadino e a un rituale che rischia di scomparire. L’evento vuole essere l’occasione per promuovere il rilancio delle tematiche attinenti alla promozione e difesa del territorio con un particolare riferimento alla salvaguardia dei castagneti da frutto. Ancora una volta quest’anno si ripete il tradizionale appuntamento de “u zucculiiare” grazie all’impegno dei piccoli castanicoltori. Questa attività ormai praticata da pochi nella tradizionale lavorazione delle pastille è occasione di una visita didattica rivolta alle giovani generazioni perchè il patrimonio non si disperda. La condotta slow food Soverato versante Jonico ha stretto da tempo un gemellaggio con la condotta Monregalese per scambiare esperienze e criticità di questo comparto che può ritornare strategico per le comunità dell’Appennino. Le due condotte parteciperanno all’assise degli stati generali delle comunità dell’Appennino che si terrà 1,2 3 dicembre sui Monti Lepini approfondendo gli scambi con le realtà castanicole delle altre regioni La rete mondiale di Terra Madre sta lavorando per creare un modello alternativo di produzione e consumo del cibo, in linea con la filosofia Slow Food del buono, pulito e giusto: buono per il palato, pulito per gli uomini, gli animali e la natura, e giusto per produttori e consumatori. PROGRAMMA: Raduno a Viterale di Serrastretta. Visita ai castagneti Ore 9:00 passeggiata didattica nei castagneti a cura di Maria Antonietta Mascaro referente Coop. Monti del Reventino e Coldiretti donna Impresa Interprovinciale CZ-VV-KR Ore 9.30 lavorazione tradizionale delle pastille (zucculiare) a cura di Angelo Aiello – referente della Comunità di Terra Madre“produttori di castagne e pastille di Serrastretta” Ore 10.00 visita al laboratorio di scelta e trasformazione a cura di Angela Aiello castanicoltrice Ore 10.30 rientro in sede scolastica



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code